Ogni mia opera è, forse, l’espressione di una sconfitta vissuta in estrema solitudine, di una condizione strutturalmente priva di speranza, insomma è, in qualche modo, la testimonianza dell’atto grandioso di chi, pur prossimo a sparire nel più completo abbandono, non rinuncia a interrogare il linguaggio.

Arrivo così, sulla base di questa meditazione, a raccogliere l’insieme delle mie opere sotto il titolo IL LIBRO DELLA SPARIZIONE, il cui prologo ideale è il testo → L’oblio sol bramo. La sintesi della mia “estetica” è invece rappresentata dal testo → Alfabeto personale.

Il libro si compone dei seguenti volumi:

Rhytmus in corpore vili – Spettacoli
Il corpo parlante – Scritti sull’attore
Bibliothéque – Pubblicazioni
Gesti di scarto – Opere di poesia
Tragedie proletarie – Testi drammaturgici
Quaderni di critica – Interventi e polemiche

Indice generale delle opere

L'ATTORE SENZA RUOLO - copertina solo prima